Come ti possiamo aiutare ?

SHOP IN SHOP: grandi numeri e ...

SHOP IN SHOP: grandi numeri e piccoli spazi

I confini dello store si sono modificati negli ultimi anni, per adattarsi ad una dimensione più raggiungibile e a misura d’uomo. Dalla necessità di avvicinarsi al cliente nasce l’idea dello Shop in Shop, attraverso la creazione di spazi creati ad hoc dal brand che siano più vicini, più comodi, più specializzati e più esperienziali per il pubblico dei consumatori.

La creazione di uno spazio brandizzato crea un forte impatto comunicativo del marchio con il target. In questo spazio il brand è in grado di incidere sulla shopping experience e creare meccanismi di engagement che lo differenziano dai competitors. Lo shop in shop rappresenta una grande vetrina dove lanciare nuovi prodotti e creare un contatto diretto con i consumatori, attraverso uno spazio di consulenza e attenzioni brandizzate che sono fondamentali per influire sulla decisione di acquisto di un prodotto o servizio.

Lo shop in shop modifica i canoni abituali della vendita al dettaglio, dando visibilità e facilità di accesso ad un brand. I grandi colossi di GDS e GDO, solitamente abituati ad aprire i loro enormi store fuori città, si fanno piccoli per entrare nel centro cittadino ed essere ospitati in altri punti vendita. Alcuni brand dell’e-commerce creano temporary shop e popup per farsi conoscere dal pubblico dello shopping in store, dando vita a veri e propri eventi a cui i clienti vogliono partecipare. Attraverso l’integrazione di queste piccole realtà in città e supermercati, si creano punti di interesse che completano la shopping journey delle persone.

Secondo gli ultimi studi di settore, gli shop in shop creando luoghi specializzati su un prodotto o servizio, permettono un incontro positivo e consapevole tra brand e cliente. La costumer experience cambia radicalmente, permettendo al consumatore di testare e provare un prodotto che era solito trovare solo online o solo in uno megastore monomarca, ed essere seguito da un venditore specializzato che sa ogni caratteristica della merce.

L’innovatività del concetto di shop in shop risiede nei numeri di sell out che fruttano iniziative di questo tipo. L’estrema volatilità di popup store, temporary shop e corner brandizzati creano un conto alla rovescia che inizia con il primo giorno di attività dello store in store, e termina alla sua cessione. Questa volatilità del tempo in cui il pubblico ha accesso al prodotto o servizio offerto, spinge i clienti ad un acquisto compulsivo mosso dall’ansia dell’evento.

Lo shop in shop rappresenta un ottimo investimento di capitale per ampliare la propria clientela ed incentivare l’acquisto di prodotti e servizi di un brand.

 


Leggi anche REPUTATION AZIENDALE: l’importanza dell’immagine

Leggi anche CUSTOMER JOURNEY: il viaggio del cliente nel brand

Follow Us On Facebook

Share Post

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *